testata6.jpg

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I QUADRI DIRETTIVI E PER IL PERSONALE DELLE AREE PROFESSIONALI (DALLA 1ª ALLA 3ª) DIPENDENTI DALLE IMPRESE CREDITIZIE, FINANZIARIE E STRUMENTALI

il 12 febbraio 2005, in Roma tra
  • il Nucleo per le Trattative costituito nell'ambito del Comitato per gli Affari Sindacali e del Lavoro di ABI composto dal Presidente Maurizio Sella, da Mario Girotti, Fabio Innocenzi, Carmine Lamanda, Maurizio Montagnese, Corrado Passera, Alessandro Profumo, Camillo Venesio, e da Matteo Basile, Wilma Borello, Anna Grosso, Stefano Libotte, Francesco Micheli, Roberto Quinale, Giovanni Rossi, Franco Toso, Marco Vernieri, dal Direttore Generale Giuseppe Zadra, assistiti dal Responsabile dell'Area Sindacale e del Lavoro Giancarlo Durante e da Giorgio Mieli, con la collaborazione di Vittorio Cianchi, Ferdinando Giglio, Alfio Filosomi, Massimo Menici, Domenico Orofino, Pietro Scabellone, Gianfranco Torriero, nonché di Fabrizio Cirrincione, Cristiana Minguzzi, Stefano Nigrelli e Gianluca Scarelli
e
  • La Federazione Autonoma Bancari Italiani (Fabi) rappresentata dal Segretario Generale Cristina Attuati, dai Segretari Nazionali Gianfranco Amato, Franco Casini, Carmelo Benedetti, Enrico Gavarini, Giacomo Melfi, Matteo Valenti e dai membri del Comitato Direttivo Centrale Tiziano Barbiero, Gianfranco Bertinotti, Luciana Borsari, Mauro Bossola, Tommaso Brindisi, Carlo Cericola, Antonio Chessa (CR), Antonio Chessa (SS), Leonardo Comucci, Giuliano De Filippis, Cetty Di Benedetto, Giovanni Donati, Gianni Dorigatti, Guido Fasano, Carlo Franchin, Alberto Frizzarin, Maria Furfaro, Cesare Galazzo, Fabrizio Garberi, M.Cristina Gessi, Carlo Giorgetti, Paolo Henin, Piero Marioli, Adriano Martignoni, Piergiuseppe Mazzoldi, Giuseppe Milazzo, Adriano Montanaro, Mauro Morelli, Pietro Mosca, Mike Naldi, Giuseppe Pacella, Werner Pedoth, Maria Teresa Pollicelli, Valerio Poloni, Carmelo Raffa, Roberto Riva, Angela Rosso, Ferdinando Saita, Fabio Scola, Sergio Severi, Lando Maria Sileoni, Domenico Sivori, Giuseppe Taddia, Giovanni Venier, Corrado Villa, Riccardo Zaglio, Roberto Zamboni;
  • la Federazione Nazionale Sindacati Autonomi Personale di Credito, Finanza e Assicurazioni (Sinfub)* rappresentata dal Segretario Generale Pietro Pisani, dai Segretari Nazionali Mario Guarino, Ciro Luciano, Ettore Nardi, Antonio Raccuglia, assistiti dai Dirigenti Nazionali Gianpaolo Arrighi, Francesco Cuccovillo, Michele D'Andrea, Francesco De Feo, Mario Martella, Domenico Di Pietro e coadiuvati dal Direttore del Sindacato Sergio Santiangeli;

 

si è convenuto di stipulare il presente contratto collettivo nazionale di lavoro per i quadri direttivi e per il personale delle aree professionali (dalla 1ª alla 3ª) dipendenti dalle imprese creditizie, finanziarie e strumentali.
La redazione del testo coordinato del presente contratto è stata completata il 13 dicembre 2005.

 

* Firma per adesione relativamente alle tre aree professionali.

 

PREMESSA

Le Parti si danno atto che il presente contratto nazionale di rinnovo del ccnl 11 luglio 1999, viene stipulato al termine di un articolato e complesso iter negoziale che ha visto la definizione delle seguenti intese:

  • Verbale di accordo 4 aprile 2002, di rinnovo della parte economica del contratto per il biennio 2002-2003.
  • Verbale di riunione 16 ottobre 2002 di interpretazione congiunta di talune questioni applicative relative alla prestazione lavorativa dei quadri direttivi ed alla banca delle ore per il personale delle aree professionali.
  • Protocollo 16 giugno 2004 sullo sviluppo sostenibile e compatibile del sistema bancario, in premessa al quale ci si è dati atto che in adempimento del Protocollo d'intesa del 4 giugno 1997 sul settore bancario "sono stati stipulati l'accordo quadro 28 febbraio 1998 ed il contratto collettivo nazionale di lavoro 11 luglio 1999, attraverso i quali le Parti hanno contribuito al riposizionamento strategico ed al riequilibrio competitivo del sistema bancario italiano rispetto ai competitors europei ed, in particolare, alle ristrutturazioni e alle riorganizzazioni, ai processi di concentrazione nei gruppi bancari e di privatizzazione degli assetti proprietari, alle innovazioni dei processi produttivi, dei prodotti e dei canali distributivi, anche tramite il contenimento dei costi, l'introduzione di nuove flessibilità normative, la modernizzazione delle relazioni sindacali e l'individuazione di strumenti idonei per la gestione delle risorse umane da parte delle imprese ed il governo, in condizioni di equilibrio sociale, delle tensioni occupazionali, anche per mezzo del Fondo di solidarietà di settore" (in appendice n. 8).
  • Protocollo 13 gennaio 2005 sul "Fondo Nazionale del settore del credito per progetti di solidarietà" (in appendice n. 7).
* * *

 

Il presente contratto collettivo nazionale di lavoro per i quadri direttivi e le aree professionali (dalla 1ª alla 3ª) – che costituisce una normazione unitaria e inscindibile – è strutturato in una parte generale, comune alle diverse componenti professionali, ed in due distinte discipline dedicate alle rispettive specificità.
Le imprese cui si applica il presente contratto sono quelle indicate nell'elenco allegato (all. n. 1).
L'ABI si impegna a fornire alle organizzazioni sindacali stipulanti l'elenco aggiornato delle imprese destinatarie del contratto stesso, nonché le successive variazioni.