testata2.jpg

"Articolo 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."

Non è il momento delle parole e non è il caso di aggiungere altro a quello che è già sancito dalla nostra Costituzione, scritta dopo una guerra devastante.

La FABI di Siena – pur consapevole di rappresentare una goccia nel mare – partecipa con una donazione di 4000 euro all’impegno di quanti, in Ucraina, lavorano per alleviare le sofferenze di un popolo fatto di uomini e donne, bambini e anziani a cui è stata distrutta la vita.